Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Lifelong Learning Project - School Inclusion - Preventing Early School Leaving

Database delle pubblicazioni

TITOLO DELLA PUBBLICAZIONE:

L’impatto sociale della dispersione scolastica

NOME E COGNOME DELL’AUTORE/I:

Marinella Sibilla

EDITORE:

Aracne Editrice

LUOGO E DATA DELLA PUBBLICAZIONE:

Roma, luglio 2004

TIPOLOGIA DELLA PUBBLICAZIONE:

Report

LINGUA DELLA PUBBLICAZIONE:

Italiano

DESCRIZIONE DEI CONTENUTI:

II report selezionato si propone di analizzare il problema della dispersione scolastica secondo un modello sistemico e non secondo uno schema deterministico “causa-effetto”. L’autrice guarda a tale fenomeno con un’impostazione sociologica, fornendo il quadro generale delle molteplici cause di questa problematica. Il documento inizia con una riflessione linguistica circa la definizione che nel tempo si è data, e che è in continua evoluzione, del fenomeno. L’analisi inquadra inoltre le possibili conseguenze, in termini di comportamenti antisociali, che il “drop out scolastico” comporta per i soggetti coinvolti. Particolare attenzione viene data alla psicologia dei ragazzi che decidono di abbandonare la scuola prima di terminare il loro ciclo di studi; a tal proposito l’autrice accenna alla possibile incidenza di patologie psicologiche. Il contesto socio-familiare, il rapporto con gli insegnanti e i compagni di classe sono tutti fattori che vengono considerati per dare una spiegazione più completa del fenomeno. Un intervento congiunto da parte di tutti i gruppi coinvolti è la proposta avanzata nel report per trovare un rimedio a questo problema. L’autrice riporta alcuni esempi di intervento delle autorità nazionali e internazionali, a testimonianza degli effetti benefici che questi hanno avuto nell’aiutare i soggetti a disagio. L’ultimo capitolo si occupa infine dei possibili strumenti di prevenzione e dei vari livelli d’azione che potrebbero contribuire ad arginare la dispersione scolastica: questi ultimi richiedono il coinvolgimento attivo degli ambienti scolastici e interventi di sostegno agli studenti in difficoltà, soprattutto nel delicato momento di sviluppo della loro personalità.

COMMENTO SULLA PUBBLICAZIONE:

Seguendo una struttura d’analisi classica, l’autrice analizza il problema del “drop out scolastico” e le sue cause con coerenza e precisione. Le origini del fenomeno da lei individuate fanno riferimento al più ampio contesto sociale, oltreché a quello familiare, e questo permette di allargare gli orizzonti di analisi su questo tema. L’auspicio di un’azione sinergica tra attori e istituzioni coinvolte è condivisibile e certamente opportuno Dall’interpretazione che l’autrice ricava riguardo la funzione dell’ambiente scolastico, che ella definisce “una realtà emotivamente significativa”, si evince che il benessere psicologico dello studente considerato a rischio di “drop out” dipenda in larga parte dalla bontà del rapporto scuola-famiglia e scuola-territorio. Comprendere questo intreccio di livelli di coinvolgimento aiuta a sciogliere i nodi del problema della dispersione scolastica, sulla cui definizione terminologica insiste la stessa autrice. Di fondamentale importanza è la riflessione contenuta nell’ultima parte del report, che si concentra sulle possibili formule di prevenzione e aiuto adottate o da sperimentare all’interno delle scuole. Dalla lettura di quest’analisi si percepisce l’emergenza e i rischi che tale fenomeno pone davanti alla società intera; trovare una soluzione alternativa all’abbandono scolastico è una questione che interessa non solo i singoli ragazzi coinvolti, ma anche le loro famiglie, le istituzioni e il territorio. Le conseguenze negative per il futuro delle nuove generazioni rischiano di avere un impatto sociale enorme se non si contrasta il fenomeno, da qui la necessità di un intervento tempestivo ed efficace.

AUTORE DELLA RECENSIONE:

Sara Ciabattini

ISTITUZIONE:

Pixel Associazione

RUOLO:

Project Assistant



Login Area

15 November 2012

[email protected] at the Future of Education Conference

The [email protected] projet will be presented at the third edition of the “Future of Education” international conference, held in Florence, Italy, on 13 - 14 June 2013. Over 250 participants from all over the world will attend the conference. The conference participants belong to the sectors of higher education, school education, vocational education and training as well as adult education, therefore representing all of the target groups of the [email protected] project.

School Inclusion - Copyright 2008 - This project has been funded with support from the European Commission

Valid XHTML 1.1Valid CSS!  Comunicazione grafica: Achrom.it - Programmazione & Web Marketing: Pinzani.it - Hosting by: Connectis s.r.l.
Materiale fotografico: © Yuri Arcurs | Dreamstime.com