Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Lifelong Learning Project - School Inclusion - Preventing Early School Leaving

Iniziative di formazione

TITOLO DELL'INIZIATIVA DI FORMAZIONE:

No- bull Project (Per una scuola che valorizzi le differenze e non accetti prevaricazioni)

NOME DELL'ISTITUZIONE ORGANIZZATRICE:

IAL Toscana

LINGUA DELLA RECENSIONE:

Italian

PAESE DOVE SI E' SVOLTA:

Italy

RECENSIONE DELL'INIZIATIVA DI FORMAZIONE:

Il progetto aveva come finalità essenziale la diminuzione del fenomeno del bullismo all’interno delle specifiche realtà scolastiche. I destinatari dell’intervento formativo erano gli insegnanti della scuola primaria e secondaria di I° e II° grado, e il progetto si è proposto di fornire gli strumenti necessari a prevenire ogni forma di violenza e prevaricazione tra pari, promuovendo un clima di solidarietà e socializzazione che valorizzi le diversità e contrasti così le condotte di asocialità e i comportamenti aggressivi. A tal proposito, l’intervento era teso a fare della scuola un luogo di aiuto reciproco, di cooperazione, di pro-socialità e di ascolto del disagio, tutte misure efficaci per disarmare il pregiudizio e quindi la violenza, il bullismo e l’illegalità.
Attività:

I. Incrementare le conoscenze dei docenti sul fenomeno della violenza a scuola con riferimento anche ad esperienze di altre scuole e contestualizzando tali conoscenze nel proprio ambito lavorativo. (6 ore) IL BULLISMO SCOLASTICO

Contenuti:
o Differenti tipologie di bullismo: diretto, verbale, indiretto
o Chi sono gli attori coinvolti?
o Indicatori e lettura del disagio scolastico e delle dinamiche di sopraffazione
o Il microsistema “rarefattivo” e dialogante

II. Promuovere una cultura di “rete”. (6 ore) LO STAFF ANTI-BULLISMO
Contenuti:
o Acquisizioni e perdite individuali nel gruppo di lavoro
o La valorizzazione delle differenze e delle affinità nello staff docente
o Tecniche per comunicare efficacemente in gruppo e condividere soluzioni

III. Favorire le capacità di intervento, soprattutto in chiave preventiva, attraverso la conoscenza e la sperimentazione di metodologie. (12 ore) METODI E STRATEGIE PREVENTIVE
Contenuti:
o Tecniche dei giochi di ruolo: mettersi nei panni dell’altro
o Tecniche della narrazione: costruzione di storie e narrazione di sé
o Tecniche comunicative: la gestione dei conflitti
o Tecniche di apprendimento cooperativo: la valorizzazione delle differenze

IV Progettare in staff e valutare gli interventi (21 ore) PROGETTARE, REALIZZARE, VALUTARE
Contenuti:
o Accogliere e socializzare
o La rete relazionale positiva docenti-genitori-allievi
o Intelligenza emotiva nelle attività di gruppo

Metodologie
Il corso utilizzerà metodologie di tipo attivo attraverso l’utilizzo dei seguenti strumenti:
l Brainstorming
l Esercitazioni: analisi di casi con griglie di osservazione
l Role-playing
l Questionari di autodiagnosi sul proprio stile di comportamento e di gestione dei
conflitti
l Sperimentazione diretta di attività e giochi formativi
l Lezioni

NOME DELL'ISTITUZIONE AUTRICE DELLA RECENSIONE:

IAL TOSCANA



Login Area

15 November 2012

[email protected] at the Future of Education Conference

The [email protected] projet will be presented at the third edition of the “Future of Education” international conference, held in Florence, Italy, on 13 - 14 June 2013. Over 250 participants from all over the world will attend the conference. The conference participants belong to the sectors of higher education, school education, vocational education and training as well as adult education, therefore representing all of the target groups of the [email protected] project.

School Inclusion - Copyright 2008 - This project has been funded with support from the European Commission

Valid XHTML 1.1Valid CSS!  Comunicazione grafica: Achrom.it - Programmazione & Web Marketing: Pinzani.it - Hosting by: Connectis s.r.l.
Materiale fotografico: © Yuri Arcurs | Dreamstime.com